Layout

Cpanel

Marmora

b_350_450_16777215_10___images_marmora.jpgQuesta settimana, Alla riscoperta del Piemonte andiamo a Marmora, provincia di Cuneo.

Il nome di MARMORA sembra derivare dal latino "marmor" che si riferisce all’estrazione e lavorazione di marmi, o semplicemente di pietre da costruzione. Il territorio fu sede in età romana di un piccolo presidio militare. Appartenne dapprima al Marchese di Busca, poi a quello di Saluzzo e infine allo Stato Sabaudo.

Gli abitanti di questo comune del cuneese che, fa parte della comunità montana Valli Grana e Maira,sono circa 99. Si tratta di un comune piccolo ma molto caratteristico e vi consiglio una visita per disintossicarsi dalla routine stressante delle nostre città. Oltre alla pastorizia che produce ancora il tipico formaggio d’alpeggio, si è sviluppata una buona attività turistica.b_350_450_16777215_10___images_sanmassimomarmora.jpg

La chiesa di San Massimo, diventata parrocchiale, si trova in bellissima posizione dominante su Marmora e Canosio, seppur isolata e lontana dalle borgate a circa 1548 metri. Al suo interno si trovano pregiati affreschi quattrocenteschi. Vi segnalo inoltre, a Biamondo il “Santuario della Madonna del Biamondo” datato 1719. E’ sorto su un pilone affrescato con una Madonna in trono con bambino del 1543, in ottime condizioni.

Anche a Marmora si verificò alla fine dell'Ottocento il fenomeno dell'emigrazione stagionale alla ricerca di nuove opportunità di lavoro.


b_350_450_16777215_10___images_marmora1.jpg
SCHEDA:

  • COMUNE DI MARMORA

PROVINCIA

  • CUNEO

COME RAGGIUNGERLO: