Layout

Cpanel

Guidare il sistema produttivo fuori dalla crisi

LA DOMENICA DEL GOVERNATORE N. 78

Nei giorni scorsi il governo regionale ha varato due iniziative a favore delle nostre aziende.
La prima, che utilizza fondi Bei, è rivolta a chi, in questo momento di crisi, intende fare investimenti in macchinari, attrezzature, ma ha anche la necessità di ricostituire scorte o è in una momentanea crisi di burocrazia-1.jpgliquidità. L'investimento deve essere almeno di 150.000 euro e può essere finanziato con un prestito agevolato dal 50 all'80%. Esiste un elenco di priorità, che parte dall'incremento dell'occupazione e dal risparmio energetico. Chi soddisfa entrambi i requisiti può arrivare ad un finanziamento pari all'80%.
La seconda, mira a sostenere le reti di impresa: si finanzia la costituzione di reti con un minimo di tre imprese e la partecipazione a fiere o la logistica per penetrare nei mercati stranieri.
Stiamo seguendo queste linee di intervento perché queste sono le necessità del nostro sistema produttivo che non è fatto di imprenditori incapaci, ma ha bisogno come il pane di essere indirizzato e sostenuto. Anche il rapporto semestrale sull'attuazione dei nostri contratti di insediamento, altra misura varata dal governo regionale, ci dice che siamo sulla strada giusta, nel senso che le nostre indicare_400.jpgazioni creano opportunità per competitività e posti di lavoro.
Noi stiamo mettendo in campo una vera politica dei fatti, giorno dopo giorno. Il nostro sistema, liberato dai vincoli burocratici e fiscali imposti da Roma e con una politica industriale appropriata, potrebbe farcela alla grande. Serve però il federalismo, perché Roma non è in grado di dare risposte e noi abbiamo competenze ad oggi limitate.
Si parla tanto della Fiat, ma il tema viene anche in questo caso affrontato generalmente in modo superficiale. La Fiat ė un simbolo, certo, ma ci sono molte aziende che, purtroppo, chiudono o vanno via.
Torino dovrebbe essere la capitale dell'automotive ed ha dimostrato di avere le carte in regola per esserlo. Mi riferisco al sistema di imprese, alla capacità produttiva, al collegamento con il nostro Politecnico ed i nostri enti di ricerca. Detto questo, il Piemonte dovrebbe e potrebbe essere uno dei posti al mondo dove conviene di più impiantare un'attività nel settore. E' così? La risposta la conosciamo perfettamente. Ma l'unica che sta facendo qualcosa è la Regione.
Vorremmo avere la possibilità di fare molto di più.
Ogni parola non seguita da fatti è tempo, prezioso, sprecato.
Buona domenica e buona settimana.

 
 
Sei qui: Home Rubriche Domenica del Governatore Guidare il sistema produttivo fuori dalla crisi