Incontro positivo su Frejus, Cuneo

  • Stampa

Incontro positivo al Ministero dei trasporti sui temi del Frejus - Cuneo-Ventimiglia - Domodossola-Iselle

«Incontro positivo quello di stamani a Roma con la Struttura tecnica di missione del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti in cui sono stati affrontati alcuni temi d'importanza strategica come: le opere di compensazione relative alla realizzazione della seconda canna di sicurezza del tunnel del Frejus; lo spostamento degli attuali IC Torino-Genova sulla linea transfrontaliera Cuneo-Ventimiglia e la problematica dei pagamenti statali per il mantenimento del collegamento Domodossola - Iselle a beneficio dei pendolari italiani che quotidianamente si recano in Svizzera.»

Così il Presidente della Regione Piemonte Roberto COTA e l'assessore regionale ai trasporti Barbara BONINO.

La struttura tecnica di missione presieduta dall'Ing. Ercole Incalza, ha condiviso la necessità presentata dal Piemonte di accelerare l'approvazione delle opere di compensazione collegate al Tunnel del Frejus. "I soldi ci sono - precisano Bonino ed il sindaco di Bardonecchia Roberto Borgis presente all'incontro - e la priorità è quella di realizzare gli interventi sul Comune di Bardonecchia per rilanciare l'economia turistica del territorio.

«Sul tema ferroviario - spiega il Presidente Cota - abbiamo richiesto nuovamente al MIT di approvare definitivamente lo spostamento degli IC Torino-Genova sulla linea transfrontaliera Cuneo-Ventimiglia e la certezza dell'impegno di 27 milioni per la manutenzione straordinaria che in prima fase permetterebbe di evitare il problema del rallentamento a passo d'uomo in tutto il territorio francese. Allo stesso modo abbiamo ribadito - continua il Presidente - la necessità di salvaguardare la linea Domodossola - Iselle attualmente a carico dello Stato, viste le ultime ipotesi di SBB di sospendere il servizio ai primi di aprile».

Su questi due temi relativi a linee d'interesse nazionale è previsto un incontro la prossima settimana con il Ministro Lupi per definire un accordo Stato-Regione e garantire definitivamente ai nostri pendolari la certezza dei servizi.