Layout

Cpanel

Città metropolitane, regalo ai sindaci di sinistra

Oggi si vota per le cosiddette elezioni provinciali di secondo grado e per la città metropolitana di Torino. Queste elezioni sono il frutto di una riforma perfettamente inutile e sbagliata. Inutile, perchè non realizza l'obiettivo, tanto sbandierato, di risparmiare sui costi superflui della pubblica amministrazione.
Le Province, al netto di alcune realtà nate in maniera estemporanea non sul nostro territorio, hanno sempre avuto un'importante funzione amministrativa che affonda le proprie radici nella storia. Il loro costo è sempre risultato infinitesimale rispetto a certi, questi sì, inutili apparati ministeriali. Inoltre, il fatto che siano state mantenute sotto mentite spoglie, è la controprova che la riforma nasce proprio con l'idea di puntare più all'apparenza che alla sostanza.

La questione, però, è più complessa, questa riforma è anche sbagliata e farà danni.
Non viene data alcuna garanzia di risorse per le funzioni attribuite o da attribuirsi. Inoltre, i territori verranno completamente spogliati della loro rappresentanza mediante il sistema del cosiddetto voto pesato. Comanderanno i Sindaci delle città ed i piccoli comuni non conteranno più nulla. Questo meccanismo è costruito su misura per dare ulteriore potere agli amministratori di sinistra che governano i grandi centri, ma in una Regione come il Piemonte composta da 1206 Comuni produrrà effetti molto negativi. Senza contare il fatto che il Sindaco di Torino si troverà a regnare su realtà con problemi profondamente diversi.

Buona domenica e buona settimana.

 
 
Sei qui: Home Rubriche Domenica di Roberto Cota Città metropolitane, regalo ai sindaci di sinistra