Layout

Cpanel

Rimella

Questa settimana ho deciso di andare a visitare la prima comunità walser fondata in Valsesia nonchè l’unica presente in Val Mastallone: mi sono recato a Rimella dove il tempo sembra si sia fermato.

L'abitato è composto da 15 frazioni (“Kantung”), disposte a gradinata sui ripidi pendii della montagna, quasi intatte nel loro originario aspetto.

rimella.jpg

Il paese fu fondato nel XIII secolo e ne conserva tutt'ora il caratteristico dialetto di origine tedesca.

Una piccola curiosità che ho notato è che le case sono in legno come tutte le baite Walser ma, a differenza di quelle di altri insediamenti valsesiani, le logge, pur mantenendo la funzione di fienile, sono chiuse.

rimellachiesa.jpg

Una chiesa che vorrei porre alla vostra attenzione è la Parrocchiale di San Michele Arcangelo. Fu riedificata nel 1777 e consacrata un anno dopo. Rappresenta uno dei migliori esempi di barocco valsesiano. La struttura è di forma ovoidale, con due cappelle per lato mentre l’esterno contrasta con l'interno poichè dotato di raffinati arredi, caratteristica dell’architettura religiosa barocca in Valsesia.

Nelle vicinanze, si trova il Museo “Gabinetto di curiosità e cose rare G. B. Filippa”. Giovanni Battista Filippa era un contadino e soldato dell'armata napoleonica che creò questa raccolta di oggetti molto variegata quali quadri, stampe, costumi, monete ma anche libri,pergamene e cataloghi. Tra le tante curiosità si trovano ad esempio animali imbalsamati e reperti appartenuti all'esercito piemontese. Lo scopo di questa raccolta era quello di rendere partecipe la comunità rispetto a ciò che avveniva fuori dal paese.


SCHEDA:

  • Comune di Rimella

PROVINCIA:

  • VERCELLI

COME RAGGIUNGERLO: