Layout

Cpanel

"Primarie? Noi siamo sempre stati disponibili".
Cosi' il Presidente della Regione Piemonte e Segretario della Lega Nord Piemonte, Roberto Cota, interpellato sull'ipotesi di primarie nel centrodestra piemontese per le prossime elezioni regionali.

Leggi tutto: Salone del Libro 2014: Vaticano ospite d'onore è evento straordinarioSALONE DEL LIBRO 2014: PRESIDENTE COTA, “LA SANTA SEDE COME OSPITE D’ONORE È UN EVENTO STRAORDINARIO”

“Il fatto che il Salone Internazionale del Libro di Torino 2014 abbia come ospite d’onore la Santa Sede, soprattutto in un momento come questo, ad un anno dall’elezione di Papa Francesco, che ha portato nuova gioia, forza e rinnovamento ovunque, e con le celebrazioni per il bicentenario della nascita di don Bosco che si concluderanno l’anno prossimo, è un evento straordinario”.
Lo ha dichiarato il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, al termine della conferenza stampa di presentazione della partecipazione della Santa Sede come ospite d’onore al Salone Internazionale del Libro di Torino 2014, svoltasi questa mattina a Roma oggi presso la Sala Stampa del Vaticano.
Insieme al sindaco di Torino, Piero Fassino, e all’assessore alla Cultura della Regione, Michele Coppola, il presidente Cota ha incontrato il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, Rolando Piccioni, presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, don Giuseppe Costa, direttore della Libreria Editrice Vaticana, Ernesto Ferrero, direttore editoriale del Salone.
“E’ un’occasione eccezionale che qualifica ancora di più il Salone di Torino - ha concluso Cota - e che porterà ad una riflessione di grandissimo livello su passato, presente e futuro”.

PIEMONTE -  ‘Firmato decreto elezioni; Cassazione si esprima rapidamente su vicenda fuori dalla democrazia ’.

‘Ho firmato il decreto di indizione delle elezioni regionali. L’ho dovuto fare perché è intervenuta dopo quattro anni una sentenza del Tar, confermata dal Consiglio di Stato, che ha annullato le elezioni regionali del 2010, pur non essendo mai stato in discussione il risultato delle stesse. I piemontesi, infatti, hanno espresso voti veri, scegliendo chiaramente il Presidente della Regione. Inoltre, la cancellazione del voto popolare è resa ancora più incomprensibile  dal fatto che le irregolarità accertate, addirittura dalla Cassazione, nei confronti di una lista collegata alla Bresso, non sono  state prese in considerazione ’. Lo dichiara Presidente della Regione Piemonte Roberto COTA.
 
‘E’ pendente un ricorso in Cassazione – ricorda il Presidente Cota -  che deciderà in ultima istanza:  speriamo che lo faccia in tempi rapidi,  per evitare di creare ulteriori incertezze. Ho fatto di tutto in questi mesi per   contrastare questo scempio e difendere non il mio, peraltro legittimo, diritto a terminare il mandato assegnatomi, ma la democrazia ed il voto dei piemontesi. Aggiungo l’importanza di completare le riforme ed il programma di governo in un momento così delicato ’.  

In merito all’ articolo di Sergio Rizzo pubblicato oggi sul Corriere della Sera che fa riferimento, relativamente ad un’analisi delle spese folli delle Regioni, ad una missione che ho guidato lo scorso novembre a Tokio, vorrei precisare quanto segue.
Oggi, purtroppo, il nostro sistema produttivo si regge quasi esclusivamente sui mercati esterni. Il fatto è che, avendo un tessuto produttivo composto principalmente da piccole e medie imprese, la internazionalizzazione per loro è più difficile. Le nostre aziende hanno bisogno di essere supportate ed indirizzate, per esempio, verso i settori dove è ancora possibile competere. Senza contare le opportunità che potrebbe e dovrebbe offrire il nostro turismo. In queste azioni molto importanti si segnala, per essere diplomatici, una politica poco efficace da parte del governo di Roma. Inoltre, le Regioni hanno competenze nelle suddette materie: c’è chi le esercita al meglio e chi no.

Io posso portare i dati del lavoro fatto in questi anni dal punto di vista della promozione delle nostre aziende e delle nostre eccellenze. Posso assicurare che sono lusinghieri. Così come posso dire che il Piemonte è l’unica Regione ad aver aumentato in tempo di crisi i flussi turistici, promuovendo anche il turismo straniero di qualità. A Tokio, per esempio, abbiamo presentato ad un gruppo di tour operator qualificati il nostro sistema Piemonte. Alla missione, peraltro organizzata dall’ambasciata italiana, era presente anche il sindaco di Torino Fassino, che però non è citato nell’articolo. Fassino tra l’altro, secondo me giustamente, si impegna molto per promuovere la sua città all’estero, viaggiando molto di più del Presidente della Regione.

Infrastrutture: Cota e Bonino, molto bene incontro con Lupi

"Incontro molto positivo: abbiamo fatto il punto sullo stato di avanzamento del Terzo Valico, dai Comuni presenti sono arrivati i ringraziamenti per il lavoro svolto dalla Regione su questo tema e tra due settimane con Ministero e Ferrovie decidiamo definitivamente per la Cuneo-Ventimiglia-Nizza e la Domodossola-Idelle-Briga".
Lo dichiarano il Presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, e l'Assessore ai Trasporti della Regione, Barbara Bonino, che insieme alla Presidente della Provincia di Cuneo Gianna Gancia hanno partecipato alla riunione sul Terzo Valico svoltasi oggi presso il parlamentino del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti a Roma alla presenza del Ministro Maurizio Lupi.

All'incontro erano presenti anche l'ing. Ercole Incalza, Capo della Struttura tecnica di missione del ministero, il Commissario del Terzo Valico Walter Lupi, il Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, le Ferrovie dello Stato con l'ad Mauro Moretti, i vertici del Consorzio Cociv, il Prefetto di Alessandria, Romilda Tafuri, e i rappresentanti della Provincia di Alessandria e dei Comuni interessati.

Soddisfazione quindi per Cota e Bonino che alla riunione, oltre ad aver incassato i ringraziamenti degli enti locali, hanno riscontrato l'unanime condivisione sulla necessità della realizzazione del Terzo Valico.

"Ringraziamo il Ministro per questo incontro nel merito e il Prefetto per la sua relazione su quanto fatto finora - hanno detto Cota e Bonino - occorre ribadire che noi vogliamo parlare dei problemi tecnici che devono essere risolti per rispettare la tempistica dell'opera e fare il massimo per coinvolgere le popolazioni e spiegare bene che quando si pone un problema poi lo si analizza e si risolve. Lo dico perché non voglio che ci arrivi addosso l'effetto Tav".

Da rilevare che il Terzo Valico sarà oggetto degli incontri che il Ministro Lupi avrà venerdì a Bruxelles.

Ma la riunione e' stata anche l'occasione per il Presidente Cota e l'assessore Bonino di sollevare davanti al Ministro e all'Ad di Ferrovie Moretti le questioni sulla linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia-Nizza e sulla Domodossola-Iselle-Briga. Lupi e Moretti hanno convenuto di fissare un incontro entro fine mese per stabilire definitivamente per quanto riguarda la linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia-Nizza se accettare la proposta del Piemonte condivisa da Regione Liguria che lo Stato si faccia carico della gestione di questa tratta e dei rapporti con la Francia grazie anche ai risparmi derivanti dalla proposta della Regione di potenziare i treni regionali su quella tratta.
Per quanto riguarda invece la linea Domodossola-Iselle-Briga il Presidente Cota ha ricordato la minaccia di Sbb, la società svizzera interessata, di sospendere il servizio: "Non e' una linea di competenza della Regione ma noi non possiamo certo dimenticare le difficoltà di quel territorio confinante e dei nostri frontalieri". Anche su questo punto Lupi e Moretti risponderanno a breve.

 
 
Sei qui: Home Stampa Comunicati stampa