Layout

Cpanel

REGIONE PIEMONTE – Caso Domodossola: gli effetti delle decisioni del Tar.

Con riferimento al caso che ha suscitato clamore mediatico nei giorni scorsi, relativo alla gravidanza estrema prematura di due gemelli di una donna ossolana, dall’indagine interna avviata dalla Regione risulta che la paziente è stata trasportata all’Ospedale di Domodossola perdendo del tempo, perché in base al Protocollo operativo del 118 doveva essere portata presso l’ospedale più vicino dove fosse presente un ginecologo. Purtroppo è stata portata all’ospedale di Domodossola perché il punto nascite della struttura, chiuso con una delibera della giunta regionale del marzo 2013, era stato invece mantenuto aperto in virtù del provvedimento di sospensiva del tribunale amministrativo regionale del Piemonte datato 13 giugno. Questa sospensiva, purtroppo, ha dispiegato i suoi effetti per molti mesi, perché il tribunale Amministrativo ha fissato soltanto recentemente l’udienza di merito, che successivamente si è risolta dando ragione alla Regione. Peraltro occorre rilevare che tra l’udienza di merito fissata per il giorno 27 novembre scorso, il deposito e la notifica della sentenza, sono passati ulteriori 54 giorni. La instaurazione del procedimento, il pronunciamento del Tar di sospensiva, poi smentito nel merito, la durata del giudizio amministrativo, hanno provocato un maggior costo per il Servizio Sanitario Regionale pari a circa € 400.000 euro.

Leggi tutto: Domani il ricorso, sentenza TAR gravissima“DOMANI NOTIFICA PER RICORSO AL CONSIGLIO DI STATO. SENTENZA TAR ATTO GRAVISSIMO”

“Il ricorso al Consiglio di Stato sarà notificato entro la giornata di domani. Abbiamo ragione e la sentenza del Tar è un atto gravissimo. Chiediamo che il Consiglio di Stato si pronunci al più presto per consentirci di completare il mandato democraticamente conferitoci dagli elettori”.

Lo dichiara il Presidente della Regione Piemonte Roberto COTA.

Leggi tutto: La riunione di Giunta di oggi Lunedì 20 Gennaio 2014LE DECISIONI DELLA GIUNTA REGIONALE:
RICONFERMATO IL RICORSO AL CONSIGLIO DI STATO

La Giunta regionale si è riunita questa mattina, coordinata dal presidente Roberto Cota, per l’esame delle delibere con carattere di urgenza e indifferibilità inserite nell’ordine del giorno.

Dopo una relazione del vicepresidente e assessore al Legale, Gilberto Pichetto, è stata riconfermata la costituzione in giudizio al Consiglio di Stato sulla base della sentenza del Tar del Piemonte n.00066/2014 del 15 gennaio scorso, relativa alle elezioni regionali 2010.

Sono inoltre stati approvati:
- su proposta dell’assessore Claudia Porchietto, i criteri, aggiornati alle ultime disposizioni normative, sulla regolazione e gestione dello stato di disoccupazione che devono essere applicati dai servizi per l’impiego;
- su proposta dell’assessore Agostino Ghiglia, le linee guida per l’applicazione del meccanismo di remunerazione dovuto dalle amministrazioni e dagli organismi di diritto pubblico che si rivolgono ad SCR Piemonte per attività di committenza o di stazione unica appaltante, nonché la destinazione delle somme introitate alla parziale copertura dei costi di funzionamento della società;
- su proposta dell’assessore Claudio Sacchetto, la rimodulazione del piano di riparto dei 21 milioni di euro assegnati dal Ministero delle Politiche agricole alla Regione per il sostegno al settore vitivicolo e che saranno destinati alla promozione dei vini sui mercati dei Paesi terzi, alla ristrutturazione e riconversione dei vigneti ed agli investimenti;
- sempre su proposta dell’assessore Claudio Sacchetto, le disposizioni attuative per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti per il quinquennio 2014-2018, che nelle aree delimitate dai disciplinari di produzione dei vini a denominazione di origine consentiranno un incremento qualitativo delle produzioni grazie al rinnovo degli impianti obsoleti ed alla riconversione varietale.

Leggi tutto: Bilancio in pareggio è indice di buongovernoPRESIDENTE COTA: “Bilancio in pareggio con risorse ordinarie è indice di buongoverno”

‘Un bilancio in pareggio con le entrate ordinarie, rispetto alla situazione ereditata e i tagli che abbiamo ricevuto da Roma, è un grande risultato sulla via del risanamento, oltre che un’ulteriore prova del nostro buongoverno ’.

Lo dichiara il Presidente della Regione Piemonte Roberto COTA.

“Guarda caso la maggior parte degli aeroporti considerati strategici nel piano scali sono tutti al Sud. Anche fronte dell’esclusione di Torino Caselle, contro la quale ci batteremo, questo piano è un ennesimo atto mirato contro il Nord”.

Leggi tutto: Piano Aeroporti: atto mirato contro il Nord

Lo ha dichiarato il Presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, in riferimento al piano aeroporti presentato venerdì al Consiglio dei ministri e che entro fine mese dovrebbe essere formalmente approvato con decreto. Già ieri il Governatore Cota aveva annunciato un’azione congiunta con il sindaco di Torino Piero Fassino nei confronti del Governo affinché l’aeroporto di Torino Caselle sia inserito tra quelli strategici. Nel primo livello degli scali strategici, infatti, ci sono: Malpensa, Venezia, Bologna, Fiumicino, Napoli, Bari, Lamezia, Catania, Palermo. A questi, a determinate condizioni, si aggiunge Firenze-Pisa.

 
 
Sei qui: Home Stampa Comunicati stampa