Layout

Cpanel

La riorganizzazione sanitaria della Giunta Chiamparino è un tentativo di copiatura un po' confuso.

Lasciato un Piemonte migliore di quello che abbiamo trovato e senza usare la leva fiscale
 
‘’In quattro anni di governo alla Regione abbiamo fatto miracoli, lasciando una situazione decisamente migliore rispetto a quella che abbiamo ereditato. Le nostre riforme sono state molto osteggiate ed ora si scopre che erano giuste! Oggi Chiamparino non trova niente di meglio che aumentare l'Irpef, noi avevamo tenuto duro non usando la leva fiscale proprio  per difendere il lavoro ed i ceti produttivi. Nessuno cerchi di fare confusione sui debiti e sulle responsabilità, perché senza il nostro lavoro saremmo sprofondati nel baratro. Sappiano gli ipocriti che non avranno scampo ’’.

I dati diffusi nei giorni scorsi da Demos sul desiderio di indipendenza nelle regioni sono molto interessanti. Il Piemonte si piazza al quarto posto con il 37% dei cittadini favorevoli all'indipendenza da Roma. Questo vuol dire che la gente vede come  soluzione per liberarsi da una pressione fiscale insostenibile l'autonomia.

Anche la campagna diffamatoria strumentale nei confronti delle Regioni che ha precisi registi a Roma , evidentemente,viene smascherata ogni giorno di più.

Nonostante la pioggia incessante,da questa mattina la Lega Nord torinese e' per le strade di Torino con i propri gazebo per raccogliere firme a sostegno del referendum sui campi nomadi cittadini. 'E' giunto il momento - ha detto il segretario nazionale della Lega Nord Roberto Cota dal mercato di Mirafiori -  di far saltare quella cappa culturale che a Torino, per troppi anni, ha portato a tollerare  il problema. Invece di affrontare la questione nomadi, chi ha governato la Citta' ha sempre preferito  girarsi dall'altra parte per non vederlo. Oggi non si puo' piu' andare avanti cosi,perche' la gente e' stufa e ha capito i risvolti drammatici  di questa ipocrisia'.

Immigrazione:Piemonte;ordinanza anti-irregolari sindaci Lega

Divieto dimora per persone senza documenti e certificato medico

11 Novembre , 13 : 10 (ANSA) - TORINO, 11 NOV - Ordinanza contro gli immigrati irregolari nei Comuni piemontesi guidati da sindaci della Lega Nord. L'esempio del primo cittadino di Cossato (Biella), Claudio Corradino, sarà seguito - ha annunciato il segretario piemontese del Caroccio, Roberto Cota - dai colleghi di partito. "Ma l'invito a fare altrettanto - ha aggiunto Cota - è aperto a tutti i sindaci che hanno a cuore la salute dei loro concittadini. Sarebbe una competenza dello Stato e della Regione, ma visto che né l'uno né l'altra tutelano i cittadini contro i problemi portati dall'immigrazione irregolare, ci pensano i sindaci". L'ordinanza prevede il divieto di dimora, anche occasionale, "per le persone prive di regolare documento d'identità e di regolare certificato medico rilasciato dalla competente Unità Locale Socio Sanitari" e l'obbligo "di sottoporsi entro 3 giorni a visite mediche". (ANSA). BOT

Sottocategorie

 
 
Sei qui: Home Stampa Altre notizie