Layout

Cpanel

LA DOMENICA DEL GOVERNATORE N. 100

Avanti, sotto il fuoco incrociato. Per difendere il lavoro fatto, le idee che abbiamo portato avanti e per smascherare la grande ipocrisia della sinistra che per cercare di vincere deve sempre farsi aiutare da qualcuno. Colgo in pieno il disegno di chi vuole farmi cadere con ogni tipo di attacchi e strumentalizzazioni.
Leggi tutto: Siamo l'unico punto di riferimento del sistema produttivoQuesta settimana hanno tirato fuori la questione rimborsi. Sono sempre stato lontano da qualsiasi interesse di tipo economico ed intento appropriativo, sfido chiunque a dimostrare il contrario!

In queste ore presenteremo ricorso al Consiglio di Stato contro la vergognosa sentenza del Tar di Torino. Abbiamo ragione e proprio per questo chiediamo che il Consiglio di Stato si pronunci subito.
Altro che fare melina! Abbiamo bisogno di avere al più presto tutti i poteri necessari per poter portare al meglio a compimento il nostro mandato. A fronte di un governo che a Roma continua a non dare risposte e che è stato votato da un Parlamento eletto con una legge dichiarata incostituzionale, è paradossale voler mandare a casa dopo quattro anni un Presidente di Regione liberamente scelto da milioni di cittadini.

Per tornare al lavoro di tutti i giorni, stiamo predisponendo i piani operativi regionali necessari per l'impiego dei fondi strutturali.
Mentre gli altri chiacchierano e distruggono, abbiamo dimostrato di essere l'unico punto di riferimento per il nostro sistema produttivo.
Buona domenica e buona settimana.

Leggi tutto: Ogni mezzo è buono per farmi fuoriLA DOMENICA DEL GOVERNATORE N. 99

Quello che hanno fatto è una vergogna, un golpe. Non ci sono altre parole. Hanno annullato le elezioni che si sono regolarmente svolte nel 2010. In discussione non è mai stato l'esito delle elezioni, ma irregolarità formali legate alla presentazione delle liste. Irregolarità che riguardavano tutte e due le coalizioni.
I dati incontrovertibili sono questi. La scheda elettorale è stata compilata quattro anni fa dai Tribunali competenti al vaglio di liste e candidature. Su quella scheda gli elettori hanno votato democraticamente ed io sono stato eletto Presidente della Regione con una differenza di 9.256 voti.
Chi voleva votare per Cota ha messo la croce nel riquadro dove c'era il nome Cota e ciò è tanto vero che chi voleva votare un Presidente diverso rispetto alle liste collegate lo poteva fare e lo ha fatto.
Ho vinto, infatti, le elezioni grazie al voto disgiunto ed ai voti personali, nonostante le liste collegate alla Bresso abbiano preso più voti di quelle a me collegate. Già questo basterebbe a capire l'assurdità della questione.

Leggi tutto: Ogni mezzo è buono per farmi fuoriMa c'ė di più!!! A voler togliere i voti delle liste cosiddette irregolari sarei comunque in vantaggio, inoppugnabilmente. La Lista "Pensionati per Cota" ha ottenuto nella circoscrizione di Torino dove sono state accertate irregolarità relative all'accettazione di alcune candidature 15.765 voti.
La Lista "Pensionati ed invalidi per Bresso" ha ottenuto nelle varie circoscrizioni 12.564 voti.La Cassazione ha ordinato che questa lista, ritenuta irregolare, venisse cancellata da tutte le circoscrizioni. Dunque, sottraendo questi voti sarei comunque in vantaggio per 6.085 voti.

In un Paese civile non si annullano elezioni dove il popolo ha votato democraticamente e non lo si fa dopo quattro anni. Chiunque capisce che siamo in un paese di matti e di fronte ad un sistema impazzito. Devono a tutti costi farmi fuori ed ogni mezzo è buono.
In questi quattro anni ne ho subite, ne abbiamo subite, di tutti i colori. Adesso non so più veramente che cosa aspettarmi.
Buona domenica e buona settimana.

Leggi tutto: La realtà dei fatti più forte di qualunque regimeLA DOMENICA DEL GOVERNATORE N. 97

Martedì ci lasceremo alle spalle il 2013. Oggi non voglio parlare di tutte le schifezze che cercano di fare per far cadere il Governo regionale, ma degli importanti risultati ottenuti dall'esecutivo da me presieduto.
Parliamo di fatti. Domani alla conferenza stampa di fine anno presenteremo i dati e parleremo di fatti concreti. Basta questo esempio: la sanità rappresenta l'82% circa del bilancio della Regione. Nel 2010 abbiamo trovato un sistema sanitario alla deriva, con una spesa fuori controllo ed in situazione di disordine contabile. Abbiamo dovuto sottoporci ad un immediato piano di rientro, pena il collasso di tutto il sistema.
Oggi, grazie alle nostre riforme, la situazione è sotto controllo, sia dal punto di vista della spesa, sia del flusso dei pagamenti. In base alle risultanze del piano nazionale è migliorata inoppugnabilmente anche la qualità del servizio offerto, rilevata da quindici indicatori legati alle principali patologie.

E la settimana scorsa è giunto il responso relativo alla prima applicazione dei costi standard. Il Piemonte guadagna posizioni, ciò vuol dire che il nostro sistema è diventato virtuoso.
Questo è solo un esempio, ne faremo molti altri. Ancora, il Piemonte è una delle pochissime Regioni ad aver elaborato una vera politica industriale, siamo la Regione che investe di più in ricerca ed innovazione e ciò ha creato migliaia di posti di lavoro. Nonostante la totale assenza del governo di Roma.
Chi continua a denigrare e a scodinzolare dietro a quelli che vengono considerati i nuovi ed i vecchi potenti, dovrà fare i conti con la realtà che è più forte di qualunque regime, salotto o gruppo di potere.

Buona domenica, buona settimana e tanti auguri per un sereno 2014.

Leggi tutto: Settimana cruciale per trasporti, diritto allo studio e bilancioLA DOMENICA DEL GOVERNATORE N. 98

Questa è la prima domenica dell'anno. Nel periodo delle festività natalizie sono sempre stato al lavoro, anzi ho colto l'occasione per girare ancora la nostra terra piemontese. In questa settimana affronterò temi importanti, primo fra tutti quello dei trasporti, in un incontro fissato con il Presidente della Regione Liguria. Il trasporto pubblico su ferro è gestito da Trenitalia. Noi, fino ad oggi, abbiamo lavorato a testa bassa con pazienza, riannodando i fili di un sistema che era stato lasciato completamente a se stesso, basti pensare che quando siamo arrivati non esisteva neppure il contratto di servizio. Adesso è il caso di vedere chi possa e come si possa per il futuro gestire al meglio il servizio in un'ottica di Macroregione del Nord. Per quanto ci riguarda il contratto di servizio con Trenitalia si esaurirà il 31-12-2016.

Questa settimana inoltre costruiremo i programmi per l'impiego dei fondi strutturali europei. Poi mi recherò a Roma per discutere della revisione delle circoscrizioni giudiziarie a fronte del provvedimento del governo che ha penalizzato molto il Piemonte. Altro tema il bilancio: garantiremo il mantenimento degli stanziamenti regionali dell'anno scorso sulle borse di studio, mentre lo stato centrale continua con la politica dei tagli. Abbiamo salvato la Regione al default, ora passiamo alla fase di rilancio, con i fatti! Certi parolai che parlano di fondi all'istruzione, di cultura come risorsa, ma poi non fanno niente, dovrebbero contare fino a 10 prima di aprire la bocca...

In chiusura, un in bocca al lupo ed un forte abbraccio a Pier Luigi Bersani. In un mondo normale, un conto sono le posizioni politiche, altro la salute ed il rapporto con le persone.

Buon anno, buona domenica e buona settimana.

LA DOMENICA DEL GOVERNATORE N. 96

Lavoro, lavoro, lavoro, ma anche schiena dritta, non c'è altro modo per affrontare questo momento.
Non bisogna farsi intimorire da chi vuole prendersi il Piemonte senza affrontare una leale competizione elettorale, alla scadenza naturale del mandato. Certo, io non ho amici potenti che controllano i mezzi di informazione. Ho sempre pensato, peraltro, che questo fosse un bene, perchè non devo rendere favori e nella mia azione di governo posso essere assolutamente indipendente.

Leggi tutto: Lavoro e schiena dritta per affrontare questo momentoQuesto periodo, con la crisi che morde, per chi deve governare una Regione è il momento più difficile dal dopoguerra.
Abbiamo però governato con grande impegno, ottenendo risultati importanti che i cittadini devono conoscere.

Questa settimana ci ha portato tre esempi emblematici di buon governo.
All'ospedale San Giovanni Bosco è iniziata la effettuazione degli esami radiologici anche di sera, fino a mezzanotte. La nostra sanità, non solo si è risollevata dal baratro dove l'avevano lasciata, ma si sta rilanciando.
Giovedì a Roma abbiamo discusso in sede di Conferenza della Regioni del riparto del fondo sanitario. Per la prima volta si applicavano i costi standard. Bene, la quota di riparto assegnata al Piemonte è aumentata, ciò vuol dire che i costi standard ci premiano, perché siamo virtuosi. Il problema è che il governo di Roma continua e ridurre le risorse da dare al territorio ed al sistema sanitario sono stati erogati quasi 1,3 miliardi in meno.
Venerdì abbiamo presentato il rapporto annuale sull'internazionalizzazione dal quale è risultato che il Piemonte è la Regione che più di tutte ha aumentato le esportazioni.

Il Governo regionale ha varato in questi anni uno specifico piano per sostenere le nostre aziende all'estero che dovrebbe essere preso a modello da tutti. Le aziende piemontesi non vengono lasciate da sole, sanno di poter contare su un C.E.I.P (centro estero per l'internazionalizzazione del Piemonte) costruito, non per essere un carrozzone, ma uno strumento all'avanguardia. Abbiamo già varato progetti importanti per il 2014 di cui vi parlero' nei prossimi giorni.

Abbiamo la forza del lavoro e delle cose fatte. E' quello di cui oggi c'è più bisogno in assoluto.

Buona domenica e buona settimana. Un sereno Natale a tutti!

 
 
Sei qui: Home Rubriche Domenica del Governatore