Layout

Cpanel

LA DOMENICA DEL GOVERNATORE N. 74

L'accordo che ho sottoscritto con il Presidente Letta relativo alle infrastrutture da realizzare in Piemonte ha trovato attuazione.
E' stato approvato l'emendamento al decreto del fare che stanzia risorse per il passante ferroviario di Torino, finanzia il collegamento Novara Malpensa e sblocca circa 70 milioni, che erano stati anticipati dalla Regione, per realizzare alcune infrastrutture concordate con i territori.
Inoltre, sono stati ripristinati i fondi per il Terzo Valico e verrà finanziata la pedemontana piemontese.

Leggi tutto: Una bella pagina della politica piemonteseAbbiamo disegnato il Piemonte del futuro. A mio avviso la politica con la P maiuscola non deve essere gestione del potere, ma fare le scelte strategiche.
Come presidente della Regione le ho fatte, le sto facendo ed andrò avanti a farle, in un momento di crisi senza precedenti. Per ottenere queste risorse ho puntato i piedi con Roma. L'ho fatto potendo contare sul sostegno dei parlamentari, non solo della Lega, ma di quasi di tutte le forze politiche e del Sindaco di Torino. Li ringrazio.
In mezzo a tante polemiche e strumentalizzazioni abbiamo scritto una bella pagina della politica piemontese.

Un Piemonte diviso viene fregato più facilmente, un Piemonte unito, conta di più.
Lo stesso vale per il Nord. L'altro ieri ci siamo ritrovati con il Presidente Maroni ed il Presidente Zaia per difendere i nostri vini. I cinesi vogliono mettere i dazi. E' il colmo, dopo tutta la concorrenza sleale che hanno fatto alle nostre imprese.
Andare contro un Nord unito è più difficile.
Buona domenica e buona settimana.

LA DOMENICA DEL GOVERNATORE N. 73

Leggi tutto: Chi tiene duro, vinceLa caratteristica dei governi regionali a guida leghista è quella di sostenere il sistema delle imprese. E' di questi giorni il provvedimento della Giunta Maroni che anticipa 1mld di euro per pagare i crediti delle imprese verso gli enti locali. In Piemonte, qualche giorno fa, abbiamo deliberato un analogo intervento.

Posso dire di più, con lo sblocco dei fondi a noi dovuti sulla sanità, entro il 31 luglio immetteremo nel sistema 1miliardo e 250 milioni per pagare i debiti di enti locali ed Asl. In particolare, questa settimana sarà quella decisiva perché entreranno in circolo le risorse destinate a pagare i fornitori delle Asl.

A certi organi di informazione piemontesi, però, la cosa non interessa molto. Vivono in un mondo dove ad essere all'ordine del giorno è la tesi precostituita o la strumentalizzazione. Si fa fatica a spiegare quello che si sta facendo. Sulla riforma sanitaria, siamo ancora a leggere articoli che scambiano gli interessi particolari con quelli generali, che non vogliono dare atto che i piccoli ospedali non sono veri ospedali e devono essere riconvertiti in strutture che ospitano medicina di territorio. L'elenco è lungo e spazia su diversi fronti.

Prendiamo il caso di oggi. Calderoli ha fatto una battuta ad un comizio commentando la politica del governo sull'immigrazione. Il problema, allora, per un certo teatrino, è diventato non la politica del governo in tema di immigrazione, che è fuori da ogni logica, ma la battuta. A volte sembra la battaglia contro i mulini a vento, ma non è così.
Chi tiene duro, vince

Buona domenica e buona settimana.

LA DOMENICA DEL GOVERNATORE N. 71

Leggi tutto: Prigionieri di...Questo paese affonda, prigioniero dei suoi riti, dei suoi salotti, delle sue piccole o grandi rendite di posizione, dei suoi giornali.
Ieri mi è capitata una cosa che mi ha fatto riflettere. Uno dei maggiori quotidiani italiani, il Corriere della Sera, ha pubblicato un articolo con il quale criticava pesantemente la partecipazione del sistema Piemonte al salone internazionale dell'aerospazio di Parigi Le Bourget. La firma era nota, Sergio Rizzo. Il giornalista ironizzava anche in ordine al mio interesse come governatore per l'industria dell'aerospazio.
Certo che sono interessato all'industria dell'aerospazio!!! In Piemonte ha 12.500 occupati ed un fatturato di 2,6 mld, in crescita.
Certo che il sistema Piemonte deve essere presente al salone di Le Bourget! Grazie alla nostra azione, molte aziende hanno partecipato ad importanti progetti ed oggi possono utilizzare il salone per procurarsi commesse. Il punto è: perché non ci sono andati gli altri? Perché le nostre aziende non vengono aiutate dallo Stato sui mercati stranieri? Perché da parte del governo centrale non c'è uno straccio di politica industriale?
Il punto comunque non è l'articolo, uno svarione può capitare a qualunque giornalista e resta inteso che cercheremo di potenziare la nostra presenza al salone dell'aerospazio.
Quello che mi lascia pensare è che chi ha scritto quell'articolo non sa niente di quello che sta succedendo al nostro morente sistema industriale.
Che scriva sulla prima pagina del Corriere della Sera la dice lunga sulla condizione del Paese.
Buona domenica e buona settimana.

LA DOMENICA DEL GOVERNATORE N. 72

Leggi tutto: La Squadra Piemonte funzionaLa squadra Piemonte comincia a funzionare.

Questa settimana sono stato dal Presidente Letta insieme al Sindaco di Torino Piero Fassino. L'incontro era particolarmente delicato perchè si era creata una situazione di incertezza. In Piemonte avevamo l'impressione di essere trascurati dal Governo nazionale. In un momento come questo, dove sono in ballo scelte strategiche, non potevamo permetterci di restare al palo.

Allora, abbiamo fatto squadra, lasciando da parte il colore politico. Abbiamo così chiesto ed ottenuto assicurazioni sulle cose che ritenevamo importanti. In primo luogo, ritengo che il fatto di aver fatto fronte comune sia già un grande risultato politico.

Penso che sia giusto che i vari partiti abbiano le loro posizioni e che una dinamica maggioranza/opposizione sia salutare, ma sulle grandi questioni che riguardano il territorio l'appartenenza politica e le polemiche strumentali vadano messe da parte.

Nel merito, abbiamo ottenuto dei buoni risultati. Si è concordata una tempistica per tutti gli investimenti strategici, non solo per la Tav, ma anche per il terzo valico e per i collegamenti ferroviari del passante di Torino e della Novara/Malpensa. Inoltre, con il Ministro Lupi ho potuto mettere a punto la strategia per completare la Asti/Cuneo.

Infrastrutture ed investimenti significano lavoro, sviluppo, maggiore competitività per il nostro sistema produttivo. Ne abbiamo bisogno.

Buona domenica e buona settimana.

LA DOMENICA DEL GOVERNATORE N. 70

Leggi tutto: Facciamo valere i nostri dirittiQuesta settimana c'è stata un po' di tensione con il governo centrale. Questi sono i termini della questione: abbiamo scoperto nei bilanci della Regione un disavanzo risalente alla precedente gestione che deve essere recuperato. Noi chiediamo di poterlo fare su due esercizi, Roma pretende che questo recupero venga fatto tutto nel 2013. L'assessore Pichetto aveva ipotizzato una spalmatura su due esercizi anche perchè queste erano state le intese di massima con il precedente governo.

Recuperare il disavanzo su due annualità non avrebbe alcun costo a carico dello Stato, sarebbe soltanto un'operazione di buon senso. Una soluzione diversa sarebbe impraticabile per il Piemonte perchè comporterebbe ulteriori tagli in settori particolarmente delicati come i servizi socio assistenziali ed i trasporti ed un aumento della pressione fiscale. Il nostro sistema non può reggerli.

Abbiamo fatto le riforme necessarie andando anche incontro a critiche più o meno strumentali, alcune anche deliranti. Basta! Il governo centrale dice che è stato applicato lo stesso parametro nei confronti delle altre regioni. Non mi sembra ci sia bisogno di fare commenti... Vorrei solo ricordare le risorse assegnate nel tempo a certi territori, a cominciare dalla città di Roma.

Mi soffermo poi sugli ultimi giorni. Il governo Letta ha dichiarato il varo di un piano per contrastare la disoccupazione giovanile. Le risorse ammontano ad un miliardo di euro. Quali sono i territori che ne beneficiano? Le regioni del Sud, naturalmente. Ma al Nord c'è il sistema produttivo che è in crisi ed i problemi di occupazione li abbiamo soprattutto noi. Aggiungo che, se si ferma il sistema produttivo, i guai aumentano per tutti.

E che dire della cancellazione di stanziamenti per Tav e terzo valico? Allora, occorre far valere i nostri diritti. Questo farò, cercando ogni soluzione nell'interesse dei piemontesi.

Buona domenica e buona settimana

 
 
Sei qui: Home Rubriche Domenica del Governatore