Layout

Cpanel

Da oggi parte una nuova rubrica, si chiamerà 'Alla riscoperta del Piemonte'. Ogni venerdì parleremo di uno dei tantissimi piccoli Comuni del Piemonte, raccontandone i segreti e soprattutto i motivi per cui varrebbe la pena visitarlo. Naturalmente aspettiamo da tutti vuoi un utile aiuto in questa piccola grande avventura alla riscoperta delle radici più profonde del nostro territorio.

 


Un posto da favola, dove poter rilassarsi un giorno e dimenticare il lavoro, i ritmi incessanti e il caos delle grandi città: questa settimana sono andato alla riscoperta dell'Isola di San Giulio in provincia di Novara.

E' l'unica isola del Lago d'Orta ed è raggiungibile con i mezzi di navigazione.
Spiccano la basilica romanica, il palazzo vescovile e l'Abbazia benedettina femminile di clausura Mater Ecclesiae. L'Abbazia è aperta tutto l'anno, tranne a novembre, ed effettua ospitalità di singoli e gruppi di ambo i sessi, sacerdoti, religiosi, laici.

Secondo la leggenda, un tempo l'isola era abitata da un grosso serpente che distruggeva ogni cosa, fino a quando nel 390 vi approdò San Giulio: si avvicinò al lago e stendendo una mano scacciò gli animali feroci. Decise che quell'isola sarebbe stata la sua ultima dimora e costruì la centesima ed ultima chiesa.
Leggi tutto: Isola di San Giulio

E' possibile percorrere due tragitti: quello di meditazione e quello del silenzio. Le stradine deserte soprattutto nei mesi invernali, donano un'atmosfera pacifica, mentre durante il periodo estivo l'isola offre ai turisti, oltre ai suoi gioielli storico-artistici, anche ristoranti e negozi. Vengono organizzati diversi eventi e le antiche dimore divengono scenari incantati per rappresentazioni o concerti.
Leggi tutto: Isola di San Giulio
SCHEDA:

  • COMUNE DI ORTA SAN GIULIO

PROVINCIA:

  • NOVARA

COME RAGGIUNGERLO:

In questi giorno di fermento, felicità e forte cambiamento, con profondo orgoglio vorrei portarvi alla riscoperta del paese di origine del nostro papa Francesco: PORTACOMARO

Infatti, il nuovo Papa Jorge Mario Bergoglio è sudamericano ma la sua famiglia è originaria di Portacomaro Stazione, nella località Bricco Marmorito in provincia di Asti. L'ultimo a vivere in questa borgata fu il bisnonno del nuovo Pontefice per poi trasferirsi in Argentina.

Si suppone che Portocomaro nacque intorno all'anno 927, in questo anno abbiamo il primo documento che parla del paese. Nel 1387 passò agli Orleans ma prima veniva considerata una sorta di zona franca con la pace dell'11 febbraio 1179 tra il Marchese del Monferrato e il Comune di Asti. Nel 1414 subì l'attacco di varie Compagnie di ventura e fu in gran parte distrutto. Altra data importante è il 1973 quando il Presidente della Repubblica riconosce al Grignolino d'Asti la "Denominazione di Origine Controllata".

Leggi tutto: Portacomaro Stazione

Vorrei segnalarvi il Ricetto di Portacomaro, risalente al decimo secolo, luogo fortificato ed edificato per proteggere le case e gli edifici più importanti del paese. La sua funzione era quella di rifugio degli abitanti durante la guerra, centro di potere religioso e civile. Nel XVI secolo fu costruita la Parrocchiale di San Bartolomeo e fu ampliata nel 1870, anno in cui venne eretto il campanile. All'interno troviamo ancora l'altare in legno dorato dedicato alla Madonna del Rosario.

Leggi tutto: Portacomaro Stazione
SCHEDA:

  • COMUNE DI PORTACOMARO

PROVINCIA:

  • ASTI

COME RAGGIUNGERLO:

Oggi torniamo nel profondo nord del Piemonte, nella cosiddetta "Provincia azzurra", il Verbano Cusio Ossola.
Scenari naturalistici impareggiabili mettono in continuo confronto la calma dei laghi e la maestosità delle vette; ed è in questa terra di contrasti magici che troviamo la più grande area selvaggia d'Italia, il Parco Nazionale della Val Grande.

Leggi tutto: Cicogna

Alle porte di questo magnifico spettacolo della natura si trova il paese di Cicogna, noto come la "piccola capitale della Val Grande".
È l'ultimo avamposto abitato che si può raggiungere in auto, una degli accessi più noti al parco.
Paesino affascinante, composto da vecchie case fatte della pietra ricavata dalle rocce di una montagna tanto bella quanto rude, tra le quali respirano piccoli vicoli spesso impervi.

Leggi tutto: Cicogna

A Cicogna trionfa la tranquillità ed il desiderio di staccare la spina dalla frenesia della vita di tutti i giorni.
Ideale campo base per le escursioni nella misteriosa Val Grande si trova a pochi chilometri da Verbania, il capoluogo della Provincia, adagiata in riva al Lago Maggiore.

Torrenti con acque cristalline e cascate celate in boschi da favola, aria pulita e l'accoglienza tipica della gente di montagna che ha imparato a convivere con turisti provenienti da tutto il Mondo per sfidare la Val Grande.

SCHEDA:

COMUNE:

PROVINCIA:

  • Verbano Cusio Ossola

COME RAGGIUNGERLO:

In mezzo alle colline di Langa, vigneti e noccioleti troviamo Vesime, un comune in provincia di Asti. I suoi abitanti si chiamano Vesimesi e sono poco meno di 700.

Troviamo diversi laboratori artigianali per la produzione di sedie e di piccola industria. In passato veniva anche prodotto l'olio d'oliva e di noci e lo zafferano per la tintura delle stoffe.

Nel 1898 fu costruita la parrocchia di S. Martino in stile neogotico. All'interno contiene diverse tele di Rodolfo Morgari, un pittore e restauratore nato a Torino e nominato dal re Vittorio Emanuele II pittore e restauratore dei palazzi reali.

Leggi tutto: Vesime

Vorrei segnalarvi il castello di Vesime. Nel corso degli anni è stato oggetto di molti passaggi di proprietà fino a quando gli Spagnoli nel 1644 lo distrussero. L’imponente struttura risale al XII secolo ma attualmente restano solo alcuni ruderi del perimetro, con alte mura. Grazie ad alcuni testi è emersa la presenza nel sottosuolo, di ampie cantine e sotterranei. L’accesso ad un’aia interna al ricetto era possibile attraverso quattro porte ed un ponte levatoio.

Gli uffici comunali sono ospitati in un edificio che è l'unico palazzo medioevale perfettamente conservato della Langa Astigiana. Nasce dalla fusione di un palazzotto porticato di matrice medievale e l’antica chiesa marchionale di san Martino. L’accorpamento dei due edifici risulta palese in facciata, oltre che per la presenza dell’antica torre campanaria, anche per l’accostamento dei due componenti edilizi con caratteri architettonici differenziati. .

Leggi tutto: VesimeSCHEDA:

  • COMUNE DI VESIME

PROVINCIA:

  • ASTI

COME RAGGIUNGERLO:

Questa settimana il mio viaggio si configura alla riscoperta della provincia vercellese. Mi sono diretto a Borgosesia per visitare il sacro Monte di Sant'Anna.

Il Santuario di Sant'Anna di Montrigone si inserisce nel sistema dei Sacri Monti prealpini ed è considerato “il piccolo Sacro Monte” a causa delle sue dimensioni. Il Santuario deve la sua fama alle sei cappelle dedicate agli episodi della Vita della Maria Vergine e, percorrendo la strada per arrivarci si incontrano 14 edicole o stazioni affrescate dal pittore valsesiano Lorenzo Peracino.

La decisione di costruire un santuario in cima all'altura di Montrigone (inizialmente dedicato alla Madonna delle Grazie, San Rocco e San Marco) fu assunta dai fedeli di Borgosesia sopravvissuti all'epidemia dalla peste.

Leggi tutto: Sacro Monte di Sant'Anna

Esternamente alla Chiesa si trovano tre grotte scavate nella roccia. In esse troviamo raffigurate in sculture il Sacro Sepolcro di Cristo nella prima, la Maddalena nella seconda e Giovanni Battista nella terza. Vi consiglio vivamente una passeggiata lungo la via crucis anche per godere dello splendido paesaggio.

Borgosesia, il centro più popoloso della Valsesia, ed è entrata a far parte dei “100 Comuni della Piccola Grande Italia” che più hanno contribuito allo sviluppo economico della provincia italiana. Nel comune di Borgosesia vorrei segnalarvi ancora il parco naturale di Monte Fenera mentre nei suoi dintorni si trova un vulcano fossile che eruttò 280 mila anni fa creando una delle più grandi catastrofi del nostro pianeta. Quando eruttò formò una cratere dal diametro di 13 chilometri. Leggi tutto: Sacro Monte di Sant'Anna
SCHEDA:

  • COMUNE DI BORGOSESIA

PROVINCIA

  • VERCELLI

COME RAGGIUNGERLO:

 

 
 
Sei qui: Home Rubriche Alla riscoperta del Piemonte