Layout

Cpanel

Leggi tutto: Sempre più evidente il fallimento di RenziLA DOMENICA DI ROBERTO COTA N. 5

Continuano senza sosta gli sbarchi e la politica fallimentare del governo Renzi appare ogni giorno più evidente. La Lega, da questo fine settimana ha iniziato la raccolta firme per il referendum che mira a reintrodurre il reato di immigrazione clandestina.
Mi chiedo come si faccia a dire che la linea cosiddetta morbida possa essere quella giusta, sia per quanto riguarda la qualità della vita dei nostri cittadini, sia per quanto riguarda gli immigrati.

La politica dell'accoglienza indiscriminata costituisce, infatti, una straordinaria pubblicità per chi organizza i barconi con le connesse forme di sfruttamento.
In molti dicono che c'è bisogno di dare alla nostra gente delle speranze. E' vero, per farlo bisogna cominciare a non raccontare frottole.
Sull'euro, sull'immigrazione e su tanti altri temi la Lega Nord dice le cose come stanno.
Buona domenica e buona settimana.

LA DOMENICA DI ROBERTO COTA N. 4 - #SpecialePontida

Pubblichiamo di seguito l’intervento di Roberto Cota dal palco di Pontida.

Devo dire che nei momenti difficili Pontida ti da una carica straordinaria. Con tutto quello che ci hanno fatto in Piemonte per noi era importante oggi venire qui a ricaricarci.
Leggi tutto: Da Pontida una carica straordinaria.Grazie allo straordinario popolo della Lega e grazie a tutti i piemontesi. Abbiamo lavorato per essere qui in massa, tanti gazebo e tanti pullman dal Piemonte.

Nella vita bisogna avere la forza di andare avanti perché il futuro è nelle nostre mani e abbiamo la possibilità di costruirlo e, anche dai momenti negativi, si può far nascere qualcosa di molto, molto importante.
Noi piemontesi siamo qui per tornare ancora più forti.

Dalla nostra parte abbiamo 4 anni di lavoro al governo del Piemonte, 4 anni importanti nei quali noi abbiamo salvato il Piemonte.
Ricordo quando siamo arrivati alla guida della Regione e non c’erano nemmeno i soldi per pagare gli stipendi: debito esorbitante e sanità fuori controllo.
Abbiamo risanato i conti, oggi non ci sono più questi problemi e per la prima volta nella storia del Piemonte la sanità ha i conti in ordine; per la prima volta nella storia i bilanci sono in pareggio.

Insieme agli altri Governatori leghisti abbiamo chiesto e ottenuto l’applicazione dei costi standard e per la prima volta il Piemonte ci ha guadagnato: questo perché ora la sanità non solo ha i conti in ordine ma è anche migliorata sotto il profilo della qualità. I dati di fatto sono più forti della macchina del fango.

A Roma il Presidente del Consiglio si riempie la bocca, “farò questo, farò quello…”; noi, con il nostro lavoro, evidentemente abbiamo disturbato qualcuno che aveva interesse a piazzare altre persone: chi arriva dal mondo delle banche e dei poteri forti.
Abbiamo varato politiche che hanno creato migliaia di posti di lavoro, in controtendenza rispetto ad uno Stato Centrale che ha danneggiato le nostre imprese aumentando la pressione fiscale. Il Piemonte è la regione più competitiva dal punto di vista della ricerca e dell’innovazione, questo grazie alle politiche varate dal nostro governo regionale.
La nostra militanza è in battaglia e con la forza di quello che abbiamo fatto e della nostra passione torneremo più forti di prima.

Per quanto riguarda le europee non c’è in campo un partito piuttosto che un altro: da una parte ci sono tutti gli altri, destra, sinistra e centro, che difendono gli interessi degli altri, della Germania e dei clandestini; dall’altra parte c’è la Lega che dice “Basta Euro”, cioè l’Europa deve smetterla di distruggere il nostro sistema produttivo.
Gli imprenditori e i lavoratori sono con noi perché tutti si rendono conto che da quando c’è l’euro il nostro sistema produttivo è stato penalizzato sotto il profilo della competitività favorendo altre realtà industriali, in particolare la Germania. Dico questo non perché abbiamo l’ossessione dei tedeschi ma perché quello della Germania è l’altro grande sistema produttivo d’Europa che, grazie all’euro, ha massacrato il nostro.
Sono sicuro che le prossime elezioni riserveranno tante belle sorprese!
Buona domenica e buona settimana.

LA DOMENICA DI ROBERTO COTA N. 2

Mi dispiace molto vedere il centrodestra diviso rispetto all'appuntamento delle elezioni regionali, anche se spero ancora in un ripensamento. Lo dico soprattutto per due motivi.
Il primo motivo è legato al buon governo che abbiamo messo in campo in questi quattro anni, che va difeso e rilanciato. Basti pensare al risultato certificato questa settimana: per la prima volta nella storia della Regione il bilancio della sanità è risultato in pareggio. La sanità rappresenta l'82% del bilancio regionale.

Dunque, qual è la verità? Può essere una sola, cioè che abbiamo governato bene e per questo abbiamo dato fastidio a certi gruppi di potere che hanno orchestrato le campagne mediatiche di questi mesi. Ad ogni modo, con il tempo, queste cose verranno comprese da tutti.

Il secondo motivo, è legato al fatto che tutti quelli che non si riconoscono nella sinistra e nella figura di Chiamparino, e sono tantissimi, preferirebbero avere un fronte compatto da questa parte.

Nei prossimi giorni la Lega presenterà i vari candidati alle elezioni europee e regionali. Sarò al loro fianco e sono convinto che otterremo un ottimo risultato.

Buona Pasqua e buona settimana.

Leggi tutto: Nessuno scarichi su nostro buon governo altri interessiLA DOMENICA DI ROBERTO COTA N. 3

Ė iniziata la campagna elettorale, per le elezioni regionali e per le elezioni europee.
La prima cosa che occorre smascherare sono le ipocrisie e le balle che sistematicamente si vogliono far trangugiare alla gente. Lo dico perchè buona parte dei problemi che hanno portato il paese a vivere questo momento di crisi senza precedenti sono stati creati ed alimentati dalle ipocrisie e dalle menzogne.

Per quanto riguarda le elezioni regionali, bisogna spiegare come e perché abbiamo salvato il Piemonte con quattro anni di buon governo. L'impresa in sè non sarebbe difficile, se non per la ignobile campagna di disinformazione architettata per favorire disegni predeterminati.
Ho però una convinzione profonda, la gente ė più matura ed intelligente di quanto certi soggetti pensano. Mi dispiace che ci siano forze dell'attuale maggioranza regionale che non hanno aderito alla coalizione Lega Nord/Forza Italia.
È fin troppo chiaro che ci siano equilibri politici in evoluzione e che a Roma qualcuno sostenga il governo del Pd, ma nessuno pensi di scaricare sull'azione importante fatta dal nostro governo regionale interessi, appunto, di altro tipo.

Per quanto riguarda le elezioni europee, nel dibattito bisogna parlare di Europa. A questo punto si vedrà come la Lega sia l'unica a dire le cose come stanno e la differenza sarà chiara.
Da una parte, tutti quelli che non hanno il coraggio di ribellarsi all'euro, simbolo della prevaricazione a danno delle nostre imprese e dei nostri lavoratori, dall'altra la Lega che ha coraggio e dice la verità.
Buona domenica e buona settimana.

Leggi tutto: Mi dedico al territorio, da Lega proposte concreteLA DOMENICA DI ROBERTO COTA N. 1

Ho declinato l'offerta che mi ha fatto Matteo Salvini di candidarmi alle elezioni europee. La candidatura alle europee non era mai stata nei miei programmi e, nonostante la richiesta di scendere in campo fatta all'unanimità dal Consiglio Nazionale della Lega piemontese, ho deciso così. Preferisco nei prossimi mesi dedicarmi al territorio. Non ho bisogno di scelte di ripiego.

Detto questo, la campagna elettorale sarà molto interessante perchè, grazie alla Lega, si parlerà di temi politici concreti legati al futuro dell'Europa. Chi vorrà parlare di fuffa lo potrà fare, ma dovrà misurasi con le nostre posizioni che sono le uniche che hanno un senso.
L'euro non ha portato niente di buono per noi e sfidiamo chiunque a fare un paragone tra il nostro sistema produttivo e quello tedesco. Prima dell'euro eravamo competitivi, oggi i tedeschi ci sovrastano.
Buona domenica e buona settimana.

 
 
Sei qui: Home Rubriche Domenica di Roberto Cota