Layout

Cpanel

La politica vive di balle e il Paese affonda

Da un po' di giorni si sente dire che il governo Renzi avrebbe ridotto i costi della politica nelle Regioni tagliando i finanziamenti ai gruppi politici regionali dell'80%. Come al solito, è una frottola. I costi della politica in Piemonte sono stati tagliati durante la precedente legislatura regionale con le misure varate mentre ero Presidente della Regione. Altro esempio, Vi ricordate la riforma sanitaria portata avanti dalla Lega? Vi ricorderete anche le critiche e le strumentalizzazioni giornalistiche. Invito tutti a confrontare quelle misure con quelle che varerà il governo Chiamparino. Questi sono solo  esempi di un paese che, purtroppo, ormai vive di balle mentre le aziende chiudono e dove, chi può, cerca di andare via. In questo ultimo periodo, comincia a muoversi qualcosa, qualche timida critica al renzismo ed ai suoi vecchi e nuovi adepti. Eppure la strada per la conquista  dell'obiettività, che è anche una forma importante di libertà, è ancora lunga. Si discute in questi giorni del fatto che le nostre Università siano poco considerate nel mondo. Qualche riflessione sull'applicazione del principio della meritocrazia nell'assegnazione delle borse di studio forse dovrebbe essere fatta. Ricordo alcune posizioni di retroguardia assunte quando il nostro governo regionale aveva introdotto questi nuovi criteri. Ancora, è possibile che il sistematico via vai di insegnati nelle superiori  con un sistema di graduatorie dove l'ultimo che arriva da una qualsiasi regione meglio si accomoda, non venga modificato, puntando su continuità didattica e qualità? Da noi si parla e si straparla e le parole inutili, sbagliate, cattive, strumentali, fanno moltissimi danni.
Buona domenica e buona settimana.  
 
 
Sei qui: Home Rubriche Domenica di Roberto Cota La politica vive di balle e il Paese affonda